Victor e Luisa

Conosco Victor e Luisa durante un'uggiosa mattinata di marzo, una di quelle che non si sa se terminerà in pioggia o in con un sole da spiaggia. Seduti in un'angolino del terrazzo del centro Esclat Marina, mi raccontano, sopratutto la loquace Luisa a dire il vero, la loro storia d'amore, il loro primo incontro, le prime timide, ma determinate, avances di lui, l'iniziale rifiuto di lei, le reticenze iniziali delle loro famiglie, il lieto fine in un matrimonio.

Una storia come tante, se non fosse che non ne lui ne lei possono camminare, muoversi normalmente, parlare con facilità. Entrambi hanno la paralisi cerebrale, una condizione che influisce sulle parti del cervello responsabili del controllo motorio. Per questo le loro vite si svolgono ormai da anni in un centro specializzato, dove sono costantemente accuditi da personale specializzato (e per il quale, alla fine delle mie visite, non posso che sentire profonda ammirazione e stima).

E' proprio questo ciò che mi attrae, fotograficamente ma anche e sopratutto personalmente. Con le mie foto voglio raccontare una storia di resilienza, di determinazione quando hai tutto il mondo contro, e quando neanche la tua stessa natura ti sembra aiutare. Come a volte basti una sola persona al fianco e tutto puo' cambiare. Una paio di braccia per sostenerci ed aiutarci a vestirci o a mangiare, degli occhi che ci guardino con complicità, un paio di mani che ci tocchino con affetto senza chiedere nulla in cambio. Cerco quindi scatti che raccontino il loro vivere quotidiano, le tante difficoltà e le piccole gioie. Ma voglio anche evocare i loro sentimenti, gli stati d'animo, la loro storia, frammenti di una vita semplice ma vissuta al massimo.

Fotografare persone affette da disabilità non è sempre facile, se lo si vuole fare in maniera rispettosa ed etica. C'è una sottile linea rossa tra un certo paternalismo e pietismo da un lato, e insensibilità e un positivismo che rischia di diventare ipocrisia dall'altro. E' una questione di equilibrio e di onestà intellettuale. Personalmente credo nel raccontare le cose come stanno, negli aspetti positivi e negativi, senza giudicare, ma osservando e cercando di capire, la natura umana in tutte le sue espressioni è ciò che mi affascina. Spero di esserci riuscito.

Powered by SmugMug Owner Log In